La mediazione legale, conosciuta da molti con il termine di mediazione civile, nasce insieme alla riforma del processo civile ed è stata presentata come un’importante step nel passaggio ad una evoluzione ( e digitalizzazione) dell’amministrazione della giustizia e del processo giudiziario.

La mediazione legale nasce con l’obiettivo di ridurre da un lato le tempistiche del processo italiano, da anni additato come uno dei più grandi problemi della giustizia nazionale, e dall’altro assicurare alle parti un canale più veloce per la risoluzione di eventuali controversie. Essa è normalmente condotta da una figura terza e imparziale, il mediatore.

Come Funziona la Mediazione Legale

La mediazione legale viene condotta dal mediatore, posto in una posizione di imparzialità e terzietà rispetto alle parti, cosi come avviene esattamente con il giudice nel “normale” processo. Questi ascoltate le parti, tenta di costruire un dialogo tra loro nel tentativo di giungere ad un accordo o comunque ad una risoluzione più pacifica della controversia.

Il compito del mediatore è quello pertanto di evitare che il processo possa durare eccessivamente con il risultato di un dispendio economico considerevole, tanto per le parti in causa quanto per l’intero macchina della giustizia italiana, con il rischio oltretutto di non riuscire ad ottenere il riconoscimento  di quanto richiesto.

In poche parole, il mediatore si occupa di spingere le parti, attraverso un confronto pacifico e costruttivo, a rivedere le proprie posizioni e a sviluppare un nuovo punto di vista sulla questione o sui fatti che hanno determinato l’inizio della vicenda giudiziaria.

Quando e perché è utile ricorrere alla mediazione legale

La mediazione legale può costituire una valida alternativa per tutte quelle persone che si trovano strette in un processo lungo, costoso e dal risultato incerto. Il quale oltretutto può generare uno stato di ansia e stress continuo nella persona.

Affidarsi ad un professionista in grado di mediare appunto tra le diverse posizioni in gioco, al di là dei torti e delle ragioni, può essere la soluzione vincente per lasciarsi alle spalle un procedimento giudiziario non così necessario. A volte infatti basta semplicemente guardare le cose da un altro punto di vista per riuscire a risparmiarsi sofferenze, delusioni, e tanto stress, oltre che risparmiare una quantità considerevole di denaro.

Piuttosto che rimanere anni e anni fermi in un processo che difficilmente sarà in grado di soddisfare le eventuali pretese dei contendenti in tempi ragionevoli, è meglio e più proficuo provare a perseguire la strada della mediazione legale.